Positano, storia di Positano, itinerari Positano, Costiera Amalfitana, Alberghi Positano, Hotel Poseidon Positano

Positano, l'aroma fresco del Mediterraneo

Travelling around Italy Hotels

Maratea Hotels | Positano Hotels | Roma Hotels
Taormina Hotels | Treviso Hotels | Malpensa Hotels
Vicenza Hotels | Cortona Hotels | Perugia Hotels |
Verona Hotels | Ustica Hotels | Vulcano Hotels


Travelling around Italy Itinerari
Maratea | Positano | Roma | Taormina | Treviso
Varese | Vicenza | Cortona | Perugia | Verona |

Ustica | Vulcano

Positano rooms
ROOMS
44 camere doppie
+ 4 junior suite + 4 suite
Positano facilities
FACILITIES
Piscina, bagno turco, beauty center
Positano airport
AIRPORT
Napoli: 60 km da Positano
Positano railway station
RAILWAY STATION
Napoli Centrale: 60 km da Positano
 

Travelling Around Italy> Hotel Poseidon , Positano, Italy

Alberghi Positano Hotel Poseidon
Mappa stradale della Campania e di Positano per arrivare all'Hotel Poseidon
HOME POSITANO

Storia di Positano
Le origini di Positano si perdono nella notte dei tempi, dove si confondono storia e legenda. Come spesso accadeva in passato, la mitologia vuole Positano fondata da Poseidone, il dio del mare, per amore della ninfa Pasitea.

Il nome di Positano si può invece ricondurre a due tradizioni.
La versione storica vuole che esso derivi da Paestum, i cui abitanti si rifugiarono nella zona durante le incursioni dei pirati.
L'altra nasce da una leggenda in cui si narra che tanti anni fa, una nave che trasportava un quadro della Madonna Assunta, stesse solcando le acque del mar Tirreno, dinnanzi all'allora paesino di Positano sulla costiera amalfitana. C'era bonaccia ed il veliero non riusciva a riprendere il mare, quando i marinai, sentirono una voce che diceva "POSA POSA", ovvero fermatevi li in questo posto, proveniente dal quadro della Vergine Maria. Così si avvicinarono alla riva.

I Positanesi, che da questo evento presero il loro nome, presero il quadro della Vergine e lo portarono nella Chiesa, ma al mattino fu ritrovato vicino al mare, su di un campo di ginestre.
Fu così allora che i Positanesi iniziarono in quel punto la costruzione della nuova chiesa dedicata, appunto, a Maria Assunta.

All'epoca dei romani Positano era il luogo da cui l'imperatore Tiberio si riforniva della "farina sicura", non fidandosi dei prodotti che trovava sull'Isola di Capri, perchè temeva le congiure.
Il paese si sviluppò attorno all'Abbazia Benedettina di S. Vito nel IX secolo, e solo in seguito si è popolato, quando le incursioni dei Saraceni, nel 915 d.C., costrinsero gli abitanti delle zone limitrofe a scappare e cercare rifugio qui. La cittadella risente di questi influssi in molti elementi dell'architettura.
Durante il periodo delle Repubbliche Marinare viene saccheggiata dai Pisani, e cambia la propria architettura edificando strutture per la protezione dell'agglomerato urbano dagli invasori che venivano dal mare.
Vennero edificate mura di protezione, vie strette e sinuose, case arrampicate lungo la costa ad un altezza difficile da raggiungere e in posizioni strategiche. Divenne inoltre un centro d'intensi traffici marittimi, concorrente perfino di Amalfi tra il XV ed il XVII secolo.


In seguito fu feudo di alcune ricche famiglie napoletane, e solo alla fine del 1700 tornò città regia. Poi cominciò il declino demografico che continuò fino all'inizio del Novecento, quando fu "scoperta" dai tedeschi, inglesi e americani.
Da questo momento in poi Positano subisce una nuova ascesa economica che perdura ancora oggi. Fioriscono botteghe e piccole aziende nel settore dell'abbigliamento, divenute così importanti da creare, con il suo stile, la Moda Positano. Gli abiti delle sarte positanesi hanno imposto uno stile riconoscibile con parei e corpetti stringati, vivaci e freschi. Inizialmente a Positano si lavoravano la seta e la tela di iuta, in seguito il merletto a tombolo e solo nel dopoguerra, per merito della fantasia e l'attitudine al commercio degli abitanti, nasce la Moda Positano dall'idea di utilizzare le "pezze", stoffe povere, per creare vestiti, borse e costumi.

Tanti anni fa a Positano, tra il silenzio e la quiete, trovavano dimora artisti, aristocratici intellettuali, che avevano scelto di vivere in questa località per la bellezza del luogo, il clima mite, la vita riservata che vi si conduceva.


Oggi questo paese è lontano da quello stile di vita, ma visitare Positano seguendo i suoi itinerari rimane un'esperienza unica ed indimenticabile.



Hotel Poseidon | Località Positano | Tel. +39 089 81 11 11 - Fax +39 089 87 58 33 | hposeidon@fivesenseshotels.com

 

REPRESENTED BY